Piccola agenda milanese dei concerti – febbraio/marzo 2012

Tune Yards dal vivo

Qualche serata interessante a Milano e dintorni, nel prossimo mese e mezzo…

Maccabees – domenica 12 febbraio,  Magazzini Generali, € 18

Gruppetto indie londinese con vocazione danzereccia. Repertorio altalenante, ma lo show dovrebbe essere energico e divertente.

I Cani – venerdì 17 febbraio, Magazzini Generali, € 13,80

La sensazione italiana dell’anno. Si può discutere sulla qualità delle musiche, ma testi come quelli di “Le coppie” o “I pariolini di 18 anni” si possono solo ammirare per acutezza e originalità.

Nada Surf – giovedì 23 febbraio, Bloom (Mezzago), € 20

Unica data italiana per i veterani del rock alternativo newyorkese, in supporto del loro settimo album The stars are indifferent to astronomy, appena uscito.

St.Vincent – venerdì 24 febbraio, Tunnel, € 14,95

Ritorna Annie Clark dopo il sold out di qualche mese fa al teatro Dal Verme. Una sicurezza, come tra l’altro dimostrano varie apparizioni televisive.

Ivano Fossati – sabato 25 febbraio, Teatro degli Arcimboldi, da € 23

Dice che si ritira dalle scene: se fa sul serio, potrebbe essere l’ultima occasione per vederlo sul palco. Aldo Grasso ha prontamente sfottuto quest’annuncio un po’ vanitoso, non senza ragione.

Caparezza – lunedì 27 febbraio, Alcatraz (tutto esaurito)

Il rapper pugliese è uno dei più energici showman sulla piazza, e non a caso ha sbancato anche stavolta.

Raphael Saadiq – giovedì 1 marzo, Salumeria della musica, € 28

Un soulman in piena regola. Da noi è poco noto, ma Saadiq ha alle spalle collaborazioni con un bel po’ di pezzi grossi, da Stevie Wonder a John Legend. Effetto retrò assicurato.

Tune-Yards – domenica 4 marzo, Tunnel, € 17,25

Il suo ultimo album è, secondo molti (inclusi noi), uno dei migliori dell’anno passato. Dal vivo, se ne dicono meraviglie: Merrill Garbus è una sorta di carismatica one man band.

M83 – martedì 6 marzo, Magazzini Generali, € 20

Unica occasione in Italia, quest’anno, per vedere l’acclamato progetto electropop di Anthony Gonzalez. Nelle nostre cuffie funziona alla grande, sarà lo stesso dal vivo? I pezzi trascinanti di certo non mancano (a partire da “Midnight city”).

Wilco – giovedì 8 marzo, Alcatraz, € 28,75

Quando si dice “soldi ben spesi”. L’ultimo The whole love è il loro miglior disco da diversi anni a questa parte. Una delusione dal vivo è praticamente impossibile (ci sbilanciamo per affetto).

Franco Battiato – mercoledì 14 e giovedì  15 marzo, Teatro degli Arcimboldi, da € 29,90

I Subsonica ridanno popolarità al classico “Up patriots to arms”, e il maestro etneo non si lascia sfuggire l’occassione di farci altri soldini con un tour inaspettato. Portatevi gli amici scettici: Battiato sul palco è divertentissimo.

Mark Lanegan – sabato 25 marzo, Magazzini Generali

È un mondo difficile, ma se a ricordarcelo è Mark Lanegan siamo più disposti ad accettare storture e delusioni. Il fatto che nell’ultimo disco abbia voluto usare qualche suono sintetico in più del previsto non fa che aumentare la curiosità.

Advertisements
This entry was posted in live and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Piccola agenda milanese dei concerti – febbraio/marzo 2012

  1. lalab says:

    grazie per le informazioni…e sabato ian siegal al bloom…:-)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s