Jay-Z, le magliette e Occupy Wall Street

Jay-Z con Russell Simmons (foto: da Twitter)

Nella foto qui sopra vedete Jay-Z, re dell’hip hop, indossare una t-shirt prodotta dalla sua fashion label, la Rocawear, che riprende il logo di Occupy Wall Street, il movimento anti-turbofinanza che staziona a New York dentro di Zuccotti Park. Chi ha disegnato la maglietta ha pensato bene di fare qualche modifica alla scritta, rendendo il messaggio meno politico e più universale (anche più fashion). Il nome del movimento è comunque ben in vista. Perchè un indumento così? «E’ il nostro modo per ricordare alla gente che il cambiamento dev’essere portato avanti dovunque, non solo a Wall Street », fanno sapere dalla Rocawear. Ma c’è qualche vicinanza tra gli occupanti di Zuccotti Park e l’impero di Jay-Z? Il rapper n.1 supporta il movimento? A quanto pare, no. A Occupy Wall Street, Rocawear non ha versato un solo dollaro. L’organizzazione protestataria non incassa nulla dalle vendite della maglietta. Da ciò, polemiche a non finire. Che hanno portato al ritiro del capo dal commercio. Mah. Non che ci si aspettasse nulla di diverso. Jay-Z è il simbolo di un’ascesa dal ghetto alle stelle: dal 99% all’1%. Ma a guardar bene, il percorso a ritroso non è mai stato nelle sue corde, nonostante abbia avuto successo rappando – e costruendo una mitologia – proprio sul valore del provenire dalla strada. Streets is watching! Ma forse ora, da uno yacht o dal giardino di un villone, le strade sono un po’ lontane.

Advertisements
This entry was posted in novità and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s