Steve Jobs 1955-2011

Non è che si possa aggiungere molto a quello che hanno già scritto tutti sulla morte di Steve Jobs. La sua è stata un’esperienza straordinaria sotto ogni punto di vista. Chi ha definito il fondatore della Apple “l’ultima rockstar” non ha tutti i torti. Specie pensando al ruolo enorme che Jobs ha giocato nelle trasformazioni del consumo di musica (e che i musicisti, spesso, hanno apertamente riconosciuto: a ricordarlo, ci sono i tweet di cordoglio delle popstar raccolti dal Guardian). È cambiato il mercato, è cambiata la tecnologia, siamo cambiati noi. E dietro questi cambiamenti, quasi sempre, c’era lui.

Advertisements
This entry was posted in adieu and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s