Cinque canzoni estive (fin dal titolo)

L'estate e la musica vanno d'accordo. O no?

Che poi magari è il contrario. Però la parola “summer” nel titolo c’è, quindi ve le tenete. Chi cerca roba da falò per favore stia alla larga (come noi stiamo alla larga dai falò).

Belle & Sebastian – A summer wasting

Il classicone, da The boy with the arab strap, 1998. L’estate di Stuart Murdoch: leggere giornali, passeggiare in riva al fiume, stare alzati tutta la notte, sentirsi colpevoli. E liberi. I spent the summer wasting/the time was passed so easily/but if the summer’s wasted/how come that I could feel so free?

Wild nothing – Summer holiday

La preferita (al momento). Il primo singolo di Jack Tatum, datato 2009, può non brillare per originalità – è assai indebitato con gli anni ’80 e ha molti punti di contatto col sound di band come The Radio Dept. o The pais of being pure at heart o gli Yucks – ma è irresistibile. Partecipa della febbre estiva, col suo ritmo spedito, ma lascia sulla stagione la giusta ombra di melanconia. Ma sotto il bel rumore delle chitarre, Tatum va dritto al cuore del problema: We’re driving to your parents house just for a visit and I’m sleeping in your brother’s bed/Won’t you sneak into my room and climb under the covers talk nonsense in your sleep?

Grandaddy – Summer here kids

Cediamo al luogo comune: loro sono californiani, quindi di estate se ne devono intendere per forza.

Hüsker Dü – Celebrated summer

Una band che, come il Tirreno nelle rassegne stampa di Giobbe Covatta, pone un interrogativo: Is this your celebrated summer?

Mogwai – Summer

Dedicata a quelli per cui la stagione non si esaurisce nel solleone. La qualità sonora del video, purtroppo, non è il massimo.

Advertisements
This entry was posted in playlist and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Cinque canzoni estive (fin dal titolo)

  1. Frank,
    ci piacciono i paradossi, perciò quale migliore canzone estiva di “Agosto” dei Perturbazione?
    “Agosto è il mese più freddo dell’anno”. Alla faccia dei fuochisti da spiaggia.
    G

    • Klopstock says:

      Grande G, hai ragione eccome. Anche il video era molto bello. Resta il fatto che, a parte le nostre opinioni e proposte di poco conto, l’inno dell’estate 2011 è “Ostia beach”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s