Tune-yards: “W h o k i l l”

Catchy yet abrasive, noisy yet intimate, kind of funny yet also kind of scary”

La creatività del frullatore. Merrill Garbus, alias Tune-Yards, vive di eclettismo. La sua personalissima versione della black music contemporanea (concepita da un’autrice bianca) combina suoni lo-fi e approccio noise-pop, mettendo insieme «antiche tradizioni musicali africane come poliritmi con i loop e altre tecnologie moderne» (Consequence of sound) per generare qualcosa di davvero stimolante, in quello che sarà ricordato come uno degli album dell’anno. Musica come allegra provocazione. Basterebbe vederla in scena per capire di trovarsi di fronte a qualcosa di unico. Davanti alla Garbus, cantante, sono posti dei tamburi, che lei inizia a suonare per poi campionare (per molto tempo la Garbus è stata una one-woman-show). Anche la voce – straordinaria, multiforme, per niente tradizionale nell’uso – viene campionata. Dietro di lei, un bassista e due sassofonisti a inserire altri ritmi e variazioni. Le canzoni si mescolano in un unico flusso, il concerto diventa una jam session tinta di jazz, tutta ritmi e colori vivissimi. Lo spirito di W h o k i l l non è dissimile. «Ho cercato di avere un po’ dello spirito di Fela Kuti, un’esperienza musicale in cui la gente possa davvero perdersi e perdere la consapevolezza di sé», dice la Garbus. Il riferimento al padre dell’afrobeat non sorprende. La versatilità che  Merrill Garbus dimostra nelle 10 canzoni dell’album è una ribellione continua alla prevedibilità del pop. Una ribellione mentale e fisica: tante idee originali che muovono dall’intelligenza e fanno appello al corpo per esprimersi ed essere apprezzate. Solo con grande consapevolezza corporea si può cantare e suonare percussioni allo stesso tempo. E il risultato non non può che generare un sano movimento.

Advertisements
This entry was posted in novità and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s