Uovo festival: un tuffo nella black music d’altri tempi con Chris Geddes dei Belle and Sebastian

 

Chris Geddes (Belle and Sebastian) dj set@Cattedrale (Fabbrica del vapore), Milano

Più si è contemporanei, più il vintage suona bene. Sembra un paradosso: in realtà non lo è. Si può star bene nel presente anche citando il passato. Per verificarlo, basta ascoltare un dj set di Chris Geddes, tastierista dei Belle and Sebastian, come quello tenutosi alla Fabbrica del vapore di Milano lo scorso 26 febbraio. Un “beat and soul set” composto di soli 7 pollici (45 giri) in vinile, all’insegna della migliore musica nera. Una vera e propria macchina del tempo alimentata dal fascino di un’epoca magica, che ha il suo epicentro negli anni Sessanta: selezione molto, molto piacevole, nonostante la cattiva acustica della location (very cool, per carità, ma sarebbe meglio suonare altrove).

la locandina dell'edizione 2011 di Uovo Performing Art Festival

La presenza di Geddes è stata uno dei momenti culminanti di Uovo Music, la branca sonora dell’Uovo Performing Art Festival, che si è svolto in vari luoghi di Milano lo scorso mese. Prima del dj set, la serata era stata aperta dai Vision of trees, duo electropop, anch’esso di origine britannica.

Vision of trees – Sometimes it kills

Il programma della manifestazione, come sempre (la prima edizione del festival risale al 2003) ha privilegiato artisti poco noti in Italia. E’ il merito maggiore di Uovo, “progetto indisciplinato sulla contemporaneità”.

Advertisements
This entry was posted in live, milano and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s