Tra freschezza e nostalgia: gli Yuck

Un bell’esordio, pieno di sano rumore,  ritmi accattivanti, melodie da coro stonato, bassa fedeltà e nostalgia anni ’90. Gli Yuck (traduzione: “fesso”, “sgradito”, insomma sfigato) vengono da Londra e sono guidati da Daniel Blumberg e Max Bloom. I due, autori di tutte le canzoni, hanno messo su il gruppo dopo aver lasciato i Cajun Dance Party nel 2008. Il progetto di Blumberg e Bloom, nomi già in vista nell’hype musicale londinese, è stato ben accolto dalla stampa specializzata. Molti osservatori hanno lodato la passione e il gusto con cui gli Yuck rendono omaggio a predecessori come Sonic Youth e Dinosaur Jr., riprendendo molto da quel suono noise che ebbe il suo momento di gloria tra la fine degli Ottanta e l’inizio dei Novanta.

Yuck – Get away

Come spesso succede, il divertimento prevale sull’innovazione e, per quanto gli Yuck suonino freschi, manca il sapore della novità vera: al contrario, il nostro appetito viene solleticato dalla bravura con cui il gruppo cucina ingredienti già noti e a cui siamo affezionati. Con certi ingredienti non si può sbagliare piatto, solo a pensarli viene l’acquolina. E  così l’esordio degli Yuck va a colpo sicuro: confortevole e divertente, ideale per farci sentire sicuri nel nostro presunto buongusto.

Yuck – Georgia

Advertisements
This entry was posted in novità and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s